Tra i titoli presentati, due film appena visti al Festival di Roma: Il venditore di medicinedi Antonio Morabito, con Claudio Santamaria e Isabella Ferrari, insieme a Evita Ciri e Marco Travaglio, presentato nel Fuori Concorso, sullo scandalo del comparaggio farmaceutico; un film che mescola thriller e denuncia e ha ottenuto un ottimo riscontro di pubblico e la piena attenzione della stampa; e Racconti d'amore, il nuovo film di Elisabetta Sgarbi, passato nel concorso di CINEMAXXI, suggestiva elegia di storie della resistenza partigiana e di luoghi del cuore tra Ferrara, il Po, il Polesine, con un cast d’eccezione che vede Michela Cescon, Tony Laudadio, Laura Morante, Tony Servillo (che presta la sua voce alle parole di Giorgio Bassani) e una colonna sonora firmata da Franco Battiato.

Dall’ultima Mostra di Venezia, nella competizione di Orizzonti, viene Piccola patria di Alessandro Rossetto, uno dei più importanti autori italiani di cinema del reale che con questo lungometraggio fiction si addentra nelle pieghe e nei disagi di un Nordest che è ritratto ben più ampio della nostra attualità.

Più buio di mezzanotte, di Sebastiano Riso, si annuncia come un interessante racconto sulla ricerca di un’identità, esistenziale ma anche fisica, innestata sulla storia di un ragazzo e l’ambizione di diventare cantante. Nel cast Micaela Ramazzotti.

E i giovani sono al centro anche dell’opera seconda di Stefano Tummolini L’ESTATE STA FINENDO, dall’intreccio solo apparentemente leggera sul ritrovo di un gruppo di amici universitari, destinato a sfociare in una riflessione impegnativa sul senso della responsabilità e sulla percezione di una felicità quasi obbligatoria cui sembrano condannati i ragazzi di oggi.

Ha infine il passo di un thrilling in solitario la co-produzione tra Italia e Francia INTRAPPOLATO, di Yannick Saillet, storia di una paradossale condizione di guerra nel mezzo del deserto afghano, tra disperata solitudine e lotta per la sopravvivenza.

VEDI ANCHE

LISTINO 2014